NicoMilan93

FML Players
  • Numero contenuti

    518
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    9

NicoMilan93 last won the day on May 28

NicoMilan93 had the most liked content!

Su NicoMilan93

  • Rank
    Stai frequentando il corso di Coverciano
  • Compleanno 18/10/1993

Profile Information

  • Sesso
    Male
  • Città
    Bari
  • Squadra preferita
    AC Milan

Contact Methods

  • Skype
    nicomilan93

Visite recenti

411 visite nel profilo
  1. Infatti fino al quinto gol erano lì lì per piazzare il colpo ogni volta. Primo posto meritatissimo per loro finora
  2. NicoMilan93 Recreativo Mati
  3. Master League 2017: giornata 26 Vela do io la risalita Il doppio turno in casa può seriamente rilanciare le nostre speranze di agganciare un posto in Champions e, avendo tutti gli scontri diretti al vertice in casa, chissà magari sognare un po'. Ci troviamo davanti però nientemeno che i primi in classifica e praticamente virtuali campioni di Master, ovvero il Pozzuoli di mister Vanni. Dopo aver sbancato il primo scontro diretto, ci riproviamo con il solito schema con Vela - Teixeira avanti, Denis Suarez all'ultimo la sbanca su Wilshere che si accomoda in panca. Si inizia col botto, come alla precedente, infatti dopo 5' il Mati è già in vantaggio: sugli sviluppi di un corner è bella la triangolazione Zouma - Vela - Bellarabi, con l'ala che la mette dentro per l'1-0. Ma la gloria dura molto poco: su un bel lancio lungo Chiellini liscia clamorosamente il pallone di testa, consentendo al matador Cavani di avere palla e avanzare trovandosi a tu per tu con Hart, superato da un bel pallonetto dell'uruguagio. Al 15' riagguantiamo il vantaggio, con una bella azione in cui Denis Suarez allarga, Bellarabi crossa sul secondo palo e Vela a due passi segna il 2-1. Pochi minuti dopo siamo però noi ad essere fortunati: un grossolano e assurdo errore di Peres su un cross di Bellarabi porta sempre il messicano a avventarsi sul pallone da due passi e metterla dentro. 3-1 e partita quasi in ghiaccio...o no? Il messicano intanto non approfitta di un altro errore sparando su Buffon da due passi. La partita prosegue senza particolari sussulti da ambo le parti, ma al 40' arriva una gran beffa: Bellarabi, uno dei migliori dei miei fino a quel momento, si infortuna ed è costretto a lasciare il posto a uno spento Deulofeu, che dovrà reggere la fascia destra anche nella prossima trasferta. Finisce il primo tempo, per la ripresa il nostro avversario rileva un difensore, Maksimovic, per un esterno, Sterling. Il cambio tattico drastico ci mette parecchio in difficoltà. Ora infatti è il Pozzuoli a fare la partita, rimaniamo spiazzati e probabilmente tardiamo nel prendere contromisure, e paghiamo caro questo errore: in tre minuti, fino al 67', prendiamo i due gol che ci costano il pareggio: in una bella azione corale il Pozzuoli mette in mezzo dalla sinistra dove un Cavani tutto solo può insaccare. Il secondo gol, avvenuto poco dopo è molto simile, ci mette del suo Hart con una clamorosa papera sul suo palo, che battezza in rete un tiro dove probabilmente avrebbe potuto fare molto di più. Segna Mertens ed è un clamoroso pareggio-beffa. Decidiamo allora di cambiare schema e approccio tattico, facendo salire la squadra. E i frutti si vedono: su una rimessa un decisivo colpo di testa di Can mette Di Maria in posizione favorevole, che tira e, complice una sfortunata deviazione di Koulibaly nel cercare di fermare il tiro, finisce in rete. Potremmo fare il 5-3, ma Denis Suarez prende un clamoroso palo a portiere battuto ("secondo una iella scarogna di tutti i colori"). Il Pozzuoli si fa avanti, anche se la difesa riesce a limitare i danni, costringendoli spesso al tiro da fuori, specie con Matic. Noi intanto comunque sudiamo. Solo sullo scadere arriva il 5-3 della sicurezza, assist "furbo" di Teixeira a Vela da distanza ravvicinata che la mette dentro a porta sguarnita. Sapevamo che non sarebbe stata facile, e facile non è stata, specie nella ripresa, contro un Pozzuoli mai domo e penalizzato da diversi errori individuali, presenti comunque da entrambe le parti. La zona Champions si materializza, e con una giusta quadra in trasferta si potrebbero anche alzare ulteriormente le ambizioni. Bene così, si avvicina sempre più anche il miglior attacco assoluto, e Vela con la tripletta si rifà sotto nei capocannonieri. Man of the match: Carlos Vela (3 gol e 1 assist, 9.6)
  4. NicoMilan93 Recreativo Mati
  5. Master League 2017: giornata 25 Sotto per la Champions Dopo la prima vittoria esterna contro i Piranhas in coppa, i rossoneri tentano l'aggancio alla zona Champions nella difficile sfida casalinga contro il Real Salerno, in corsa per il titolo. Torna l'infortunato Wilshere, formazione tipo con ancora Teixeira a destra in attacco. Il Mati parte benissimo, e dopo pochi minuti è già in vantaggio: cross sulla sinistra e Di Maria con una zuccata la mette subito dentro. 1-0 Mati e partita già in discesa. A metà tempo però, dopo una partita equilibrata e senza sussulti, arriva il pareggio ospite: errore di Zouma che sbaglia a gestire palla in area, un paio di rimpalli finché la palla non arriva a Schneiderlin che con un bel diagonale la mette dentro. La ripresa sembra destinata a terminare sul pari quando una magia di Teixeira quasi allo scadere regala il nuovo vantaggio Mati. Nella ripresa Hart ne para due da fuori mentre Vela e Teixeira sbagliano praticamente due gol già fatti sparando in bocca a Bravo. Gli avversari aumentano il forcing ma siamo bravi a costringerli a tirare da fuori limitando la loro pericolosità. Ma a 10' dalla fine è Can a chiuderla, finalizzando splendidamente una ripartenza con Bravo in uscita. 3-1 che potrebbe essere 4 ma Januzaj appena entrato clamorosamente spara quasi sulla linea di porta la palla in faccia a Bravo. Finisce 3-1, un passettino in più per la zona Champions per noi. Man of the match: Josè Gaya (1 assist, 8.7)
  6. Esatto. Non voglio sostituirmi allo staff in nessun modo ma l'unico verdetto adeguato in questo caso sarebbe l'esonero. Parliamo non della prima volta, ma di una serie di mancanze che avvengono praticamente da quando ha preso la panchina. L'esonero qui sarebbe sacrosanto
  7. l'unica soluzione sarebbe giocare con @hesod, io posso fino alle 21.30
  8. Il gol deve avermi troppo montato, prestazione incolore per me stavolta
  9. nel caso in cui Fede @reartu93 non si facesse vivo, abbozzo i miei orari: oggi: 15-19, forse in tarda serata sabato: forse 16-18 domenica: non disponibile @hesod @giuly10
  10. NicoMilan93 Recreativo Mati
  11. Europa Cup: giornata 4 andata girone F Come va va, si va avanti Si riprende l'avventura in coppa dopo le ultime buone prestazioni in campionato. Gli avversari sono sempre i Piranhas, battuti in campionato con una gran prestazione rossonera, ma stavolta giocano loro in casa. Il mister è sempre il secondo @Corzuelus per motivi di tempistiche. Notizia importante è l'esordio stagionale del futuro primo portiere del Mati, Kepa Arrizabalaga, chiamato a sostituire il titolare Hart fuori per un infortunio nel riscaldamento. I padroni di casa partono molto bene, siamo molti schiacciati ma riusciamo a passare immeritatamente in vantaggio grazie a un eurogol di Wilshere. Il pareggio è tanto meritato quanto folle: Di Maria impazzisce e con un retropassaggio scellerato serve l'attacco dei Piranhas, che concretizzano con un freddo Torres. Dopo una mezzora più rossoblu che rossonera è Vela a mandare in vantaggio il Recreativo con una bella azione. Ma anche qui il vantaggio dura poco: bella azione di rimessa Pirlo - Torres ed è ancora il bomber spagnolo a insaccare. Finisce così il primo tempo. Nella ripresa il Mati cambia schema e atteggiamento tattico e la cosa sembra pagare: la squadra cresce pian piano, si fa vedere in fase offensiva nonostante un ottimo Piranhas che gestisce bene in tutti i reparti. Ma al 68' cambia la partita: con una spettacolare cavalcata da zona abbastanza arretrata è Vela a superare ben due uomini e insaccare sulla destra di un Mignolet in uscita. I Piranhas qui sembrano accusare il colpo, e 10' dopo è Mario Fernandes, autore di un'ottima prova, a ribadire in rete con un bel destro una conclusione di Vela ben respinta da Mignolet. La partita a questo punto va in controllo, al 70' sono entrati Suarez e Deulofeu a rilevare Wilshere e un non brillantissimo Teixeira. Finisce qui, vittoria forse eccessiva nonostante la buona lettura tattica della seconda frazione, decisa da un Vela in forma strepitosa con 2 gol e un assist. Si tratta della prima vittoria esterna della stagione per i rossoneri, ma soprattutto, il Mati passa matematicamente alla fase successiva conquistando il primo posto nel girone con due partite d'anticipo. Good job! Man of the match: Carlos Vela (2 gol e 1 assist, 9.1)
  12. Giocata da me in quanto secondo di @reartu93
  13. oggi: ci sarei pausa pranzo, dopo le 19 difficile in ogni caso per le 19.30 dovremmo aver finito tutto domani: 13-19 venerdì: 15-19 su appuntamento sabato e domenica ti dovrei aggiornare @yceap

About us

LogoICG-Tricolore2.png

FMLive fa parte del network Italiachegioca, Associazione Culturale che ha come scopo quello di promuovere la cultura del gioco e delle competizioni videoludiche (eSports) sotto ogni forma ed aspetto socialmente rilevante. 
Cod.Fis: 97935320586

Seguici sui social network